DESCRIZIONE

Sulla parete di fronte all’entrata sono collocati due quadri, provenienti dalla chiesa del soppresso convento di S. Maria del Prato. A sinistra si trova quello dipinto da Gian Battista Volpato (Bassano, 1633-1706), raffigurante il rettore Gian Antonio Boldù vestito di rosso (1671-1672) con i componenti del Consiglio dei Settanta; a destra il dipinto realizzato invece dal pittore feltrino Francesco Brandalise (Feltre 1640-1711) .
Tra i due dipinti trova collocazione un camino sopra cui si trova lo stemma del rettore Pietro Zeno (1567-1568), con sottostante la lapide a caratteri d’oro su pietra nera che ricorda l’opera del rettore, al quale è dovuta la sistemazione dell’Auditorium, sede del Consiglio dei 70.

Al centro della parete sinistra si trova una lapide scalpellata. La lapide ricorda il rettore Andrea Gabrieli che nel 1582 porta a compimento la fabbrica del palazzo, spendendo i 50 ducati solitamente riservati alle feste di carnevale per fare il tetto in larice, e il padre Giacomo Gabrieli che aveva avviato la ricostruzione dello stesso palazzo nel 1549. A contornare la lapide si trovano due stemmi, a sinistra quello della città di Feltre (di rosso, con il castello d’argento) e a destra quello del rettore Andrea Gabrieli. A sorreggere gli stemmi e la lapide sono poste due teste di leone e una d’uomo. 

Sulla parete dell’ingresso si trova la lapide datata 4 agosto 1926 che ricorda il conferimento della cittadinanza onoraria di Feltre al Maresciallo d’Italia G. Giardino, comandante del XXX Corpo d’Armata nel corso della prima guerra mondiale.

Appeso al soffitto si trova un grande lampadario di ferro battuto, probabile opera della scuola dell’artista del ferro Carlo Rizzarda.

ORARIO

 SU PRENOTAZIONE

 

 
 
 
 
 
 

BIGLIETTO

INGRESSO GRATUITO

icona orologio

ORARIO

 SU PRENOTAZIONE

 

 
 
 
 
 
 
icona €-02

BIGLIETTO

INGRESSO GRATUITO

Scopri gli altri siti