DESCRIZIONE

ESTERNO
Caratterizzato dalla facciata con pronao neoclassico progettato nel 1853 dall’architetto feltrino Giuseppe Berton, l’Oratorio dell’Annunziata sorge a sud del Duomo, presso la canonica. Venne edificato nel 1622 dal vescovo Gradenigo come prolungamento della demolita chiesa di S. Croce. 

INTERNO

All’interno lo sguardo è catturato dal soffitto ligneo seicentesco a cassettoni con finte architetture commiste a elementi vegetali in una continua ricerca di effetti scenografici. L’opera è stata realizzata fra il 1622 e 1644  e costituisce il più fastoso esemplare di soffitto dipinto a cassettoni del secolo XVII conservato nella Valbelluna. Un soffitto molto similare nel genere, ragionevolmente attribuibile allo stesso autore, si trovava nella Villa delle Centenere a Cesiomaggiore, ma fu distrutto nella prima guerra mondiale.

RESTAURO e UTILIZZO ESPOSITIVO

Il radicale restauro conservativo del 1995 ha recuperato brillantemente il soffitto e le pareti restaurando gli intonaci interni, riportando alla luce i due resti di affreschi e permettendo la ricostruzione dei vari interventi effettuati nel tempo sull’Oratorio. Dall’anno 2000 l’Oratorio è riaperto al pubblico, ed è stato sede di importanti esposizioni temporanee a partire dall’Esculapio di Feltre, ritrovato poco distante dalla Cappella durante gli scavi dell’area archeologica ed oggi conservato presso il Museo civico di Feltre. Quest’anno ospita la mostra per l’anniversario dantesco con il Ritratto di Dante.

MOSTRA IL RITRATTO DI DANTE

 

La mostra si inserisce all’interno del ricco programma di iniziative che si svolgeranno a Feltre per la celebrazione dei 700 anni dalla morte del Sommo poeta Dante Alighieri.

La mostra nasce per portare a Feltre uno dei più famosi ritratti di Dante conservato da secoli all’interno della Cattedrale di Santa Maria del Fiore. E’ forse l’immagine più celebre di Dante, con alle spalle una delle allegorie più riuscite della Divina Commedia, con le tre cantiche rappresentate con diavoli, dannati e penitenti in ascesa sul monte verso il paradiso fatta realizzare per i 100 anni dalla morte di Dante dall’opera del Duomo.

Ma lassù, sulla parete sinistra all’interno della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, non tutti riescono a coglierne i dettagli, le preziosità, le figure e le architetture della città. Così, in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, il Capitolo della Concattedrale con la collaborazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze ha ritenuto di rendere omaggio al dipinto di Domenico di Michelino, realizzato nel 1465, grazie a una fedele riproduzione fotografica che, da MAGGIO a SETTEMBRE, consentirà di ammirare da vicino l’opera.

La mostra quindi permetterà una lettura ravvicinata del dipinto dal titolo Ritratto di Dante Alighieri, la città di Firenze e l’allegoria della Divina Commedia con l’ausilio di pannelli didattici e/o la possibilità di visita guidata con gli animatori del Fondaco per Feltre.

INFO e PRENOTAZIONI segreteria@fondacofeltre.it

 

Qui il link per scoprire tutte le iniziative per celebrare l’anniversario dantesco a Feltre https://www.visitfeltre.info/evento/tra-feltro-e-feltre-700-ani-dalla-morte-di-dante/

 

ORARIO APERTURA CON VISITE GUIDATE

Sabato e Domenica da Maggio a Settembre ore 10:00 – 13:00 e 16:00 – 19:00

Massimo 8 Persone. Obbligo di mascherina e igienizzazione mani prima dell’ingresso.

Oppure SU PRENOTAZIONE

 
 
 
 

BIGLIETTO

OFFERTA LIBERA

icona orologio

ORARIO APERTURA CON VISITE GUIDATE

Sabato e Domenica da Maggio a Settembre ore 10:00 – 13:00 e 16:00 – 19:00

Massimo 8 persone. Obbligo di mascherina e igienizzazione mani prima dell’ingresso.

 SU PRENOTAZIONE

 
 
 
 
 
 
icona €-02

BIGLIETTO

OFFERTA LIBERA

Scopri gli altri siti